FERMIAMOLI PER SALVARLI

FERMIAMOLI PER SALVARLI

Gli squali seguono i barconi. Sanno che nel tragitto qualche cadavere viene sempre buttato. Arriveranno in 500.000. Nel 2014: 130.000. Nel 2013 circa 60mila. Morti in mare accertati oltre 2.000 nel 2014. Più del doppio quelli mai ritrovati in un solo anno. Una tragedia annunciata. Dai numeri e dalle conferme arrivate dalle coste della Libia. E’ emergenza. Requisire poche migliaia di case non serve. Bisogna respingere le barche nei confini delle acque internazionali. Soli così i mercanti di morte verranno fermati. Renzi affronti il problema. Non è meno importante della crisi del Paese.

Agostino D’Antuoni