Honeste vivere

Vivere onestamente. Per alcuni è solo precetto etico. Di facciata. Altri lo rendono attuale con il solco della propria vita, con le azioni di tutti i giorni. Da generazioni. L’onestà non arricchisce, non accetta regalie. Oggi non ci indignano più. Siamo abituati e rassegnati alla disonestà di genere. Per questa ragione dobbiamo ribellarci a noi stessi prima di tutto. Il cambiamento che vogliamo vedere negli altri parte da noi. Non esistono confini non certi dell’onestà. Esistono confini e basta. Accettare di oltrepassarli nel piccolo non cambia la sostanza. Perché l’onestà non si misura nelle convenienze e nelle sfumature. Miseria e nobiltà, raccontava Totò, non sono opposti. Perché essere onesti paga. Con la moneta delle azioni per il Prossimo. Nella vita di tutti i giorni e quindi anche nella politica. Impegnarsi per il bene dei cittadini deve essere la sola missione della Politica.

Agostino D’Antuoni