I MIGRANTI

Ci possono essere diversi motivi per che portano a lasciare la propria casa per approdare ad altri lidi con la speranza di una vita migliore, ma bisogna essere forti ed onesti ed essere capaci di lottare per il proprio ideale, altrimenti è evidente che non valga nulla quell’ideale o che non valga nulla la persona che l’ha sposato.

Purtroppo è vero che una volta varcata “la porta del paradiso” per i nostri politici la parola “ideale” perde significato e diventa “ideale per me”…

Infatti gli oltre 200 cambi di casacca avvenuti (ed altri tuttora in corso) in questa legislatura sono troppo spesso veri tradimenti alla fiducia data dai cittadini col solo scopo di appartenere ad una compagine che dia maggiori garanzie di ripetere l’esperienza politica dopo le prossime elezioni, non importa se addirittura col passaggio alla fazione opposta. In sostanza il cambio può essere accettabile se funzionale a raggiungere gli impegni presi con gli elettori, intollerabile se serve unicamente a cercare di mantenere una poltrona o se imposto da convenienze interne.

Nulla valgono i programmi politici e la difesa degli interessi dei cittadini contro la possibilità di salire sul carro del vincitore. Oggi le Camere così come sono state composte all’origine non esistono più e le persone sono migrate da un fronte all’altro secondo convenienza: è questa la rappresentanza che vogliamo?

Rispetto degli impegni presi dai politici a fronte di penalizzazioni economiche per chi cambia casacca passando al fronte opposto e limitazione alla rielezione per non più di due legislature. Ecco quanto valgono le idee.

IO CAMBIO il modo di fare politica, non lo schieramento politico!