Codice etico

Codice etico

Art. 1

Le persone che aderiscono a IO CAMBIO – movimento di partecipazione popolare – si riconoscono negli ideali di libertà in ogni sua forma, di uguaglianza tra gli individui e nell’impegno a riportare etica e morale nella politica e nell’economia.

Dichiarano di non aver avuto in passato condanne penali in via definitiva.

Art. 2

L’osservanza del presente codice etico impegna tutti gli aderenti al Partito ed in particolare i responsabili e gli eletti ai vari livelli istituzionali.

Art. 3

Gli aderenti al Partito agiscono sempre in conformità al principio di auto responsabilità, attenzione e rispetto nei confronti delle posizioni e delle condizioni personali dell’interlocutore, ispirano la loro condotta ad una regola di corretto comportamento secondo i canoni comunemente accettati e di collaborazione con gli altri aderenti.
Coloro poi che fossero eletti a cariche pubbliche si impegnano alla massima trasparenza nella loro attività e nei rapporti con le elettrici e gli elettori. Esercitano con costante impegno la loro attività per il raggiungimento degli obiettivi del Partito al fine di riportare etica e morale nella politica e nell’economia a tutti i livelli, anche nei comportamenti personali.

Art. 4

Gli aderenti all’associazione eletti in pubbliche amministrazioni di qualsiasi livello si impegnano ad un comportamento corretto ed improntato al bene comune anche in contrasto di propri legittimi interessi personali e si impegnano a denunciare qualsiasi attività o comportamenti di degenerazione o clientelari.

Si impegnano altresì a denunciare qualsiasi episodio di corruzione, malversazione o altro di cui vengano a conoscenza.

Art. 5

Nel caso di candidatura a pubbliche amministrazioni gli aderenti si impegnano ad una campagna elettorale corretta nel rispetto dei comuni principi di serietà e di dar conto delle spese elettorali sostenute

Art. 6

Gli aderenti che ottengano incarichi pubblici si impegnano fin d’ora a non cumulare cariche, a comportarsi in modo corretto ed a svolgere le funzioni con serietà e preparazione adeguata con la massima disponibilità ed a rifiutare qualsiasi beneficio che ne derivasse in funzione del loro incarico.

Art. 7

Nel caso di coinvolgimento in qualsiasi situazione giudiziaria gli aderenti devono immediatamente informare il Presidente del Partito che con la collaborazione dei probiviri darà le istruzioni di comportamento.

Documenti Allegati