SPEDALI DI BRESCIA

Non per pietà o per buon senso, ma solo tramite azioni legali per far rispettare l’ingiunzione, alla fine il dottor Andolina ha praticato l’infusione di cellule staminali al piccolo Federico: per lui ora si apre la speranza per un migliormanto della qualità di vita.