Il semipresidenzialismo

la democrazia che decide

Il semi-

presidenzialismo

la democrazia

che decide

Il potere di scegliere è il cambiamento più importante.

In francia ha funzionato!

Il modello semipresidenziale alla francese, con elezione diretta a doppio turno del Presidente della Repubblica, assegna a quest’ultimo il potere di formare e di guidare il Governo, per un periodo di tempo prestabilito (5 anni).

LE SCELTE PIÙ IMPORTANTi NELLE MANI DEI CITTADINI
I cittadini scelgono il Presidente della Repubblica senza l’intermediazione del Parlamento. Danno così mandato diretto al Presidente di scegliere il Primo Ministro (col quale condivide il potere esecutivo), di nominare i Ministri e di realizzare l’indirizzo politico promesso agli elettori e per il quale è stato scelto.
EQUILIBRIO TRA PRESIDENTE E PARLAMENTO
Il semipresidenzialismo coniuga sapientemente il Presidenzialismo e il Parlamentarismo: dal primo prende l’elezione diretta del Presidente della Repubblica, che nomina il Presidente del Consiglio, dal secondo la fiducia parlamentare verso il Primo Ministro.
PIÙ RAPPRESENTANZA DEMOCRATICA E PIÙ CAPACITÀ DECISIONALE
Come per i consigli comunali e regionali, i cittadini eleggono anche i componenti del Parlamento, che non è sminuito nella sua funzione legislativa. Il Presidente ha un forte potere decisionale che gli perviene direttamente dalla scelta dei cittadini.
CONTINUITÀ DELL’AZIONE DI GOVERNO
Il semipresidenzialismo limita i rischi di concentrare il potere nelle mani di una sola persona, grazie al bilanciamento garantito dai poteri del Parlamento, e allo stesso tempo garantisce elevate possibilità di realizzazione del programma promesso dal Presidente davanti ai cittadini.
STABILITÀ DEL PAESE E DELLE ISTITUZIONI
Anche nell’ipotesi della coabitazione tra Presidente e Parlamento di due schieramenti opposti, il Capo dello Stato concede al Parlamento la scelta sostanziale del Primo Ministro, così da evitare la mozione di sfiducia, mentre il Parlamento è tenuto a mantenere un dialogo con il Presidente, onde evitare lo scioglimento delle Camere.
Precedente
Successivo

“Non è la più forte delle specie che sopravvive, né la più intelligente, ma quella più reattiva ai cambiamenti.”

Charles Robert Darwin